martedì 25 dicembre 2012

sabato 17 novembre 2012

venerdì 9 novembre 2012

Comunicazione ai lettori!

Cari amici, perdonate la lunga assenza dal blog! In questi mesi sto ultimando il mio quinto lavoro poetico, e tra un pò di tempo -si spera il prima possibile!- verranno pubblicate le mie ultime "fatiche" :-D
Nel frattempo ho aggiornato il mio curriculum letterario che si trova al lato destro della home page.
A presto!

giovedì 26 luglio 2012

L' AMICIZIA

Cresce
in un deserto
questo raro fiore
e,
il suo profumo
così intenso,
può
inebriarti il cuore.
Attento
che,
nè il solleone
nè il vento,
facciano
i petali
cadere
e, poi,
seccare.
Tienilo al riparo
in un angolo
di duna
e,
quando spunterà
la luna,
di ritrovarlo
irto
sullo stelo,
di sicuro
avrai fortuna.
Non farlo
inaridire;
vedresti
te stesso
un pò morire,
nella solitudine
del tuo dolore.

Tratta da "Di emozioni, una miscellanea".


domenica 27 maggio 2012


MELA ACERBA

Mela acerba
lasciata
sotto la paglia
a maturare,
ben poco tempo
hai avuto
per lasciarti
assaporare.
Nel giro
di un' estate
il tuo profumo,
evaporato,
e
con aridità
la tenera tua polpa
è stata mordicchiata.
Nelle orecchie
l' ultima tua risata,
sulle labbra
il sapore
della tua pelle profumata,
nel cuore
il ricordo
di un frutto
mai mangiato.

Tratta da "Di emozioni, una miscellanea"




venerdì 11 maggio 2012

LE MIE POESIE

Sono vita
per una mente
che
stava per addormentarsi
sopra un letto
di pazzia;
sono la via
che
tenta di sfondare
mura
di cemento.
Hanno libero accesso,
senza catene
e
alcun altro impedimento,
in questo cervello
di sognatrice fuggente
che
palpita, vive e muore
costantemente.
Sono un tarlo
che,
a fermarlo,
è difficile impresa
poichè,
come un fiume
in piena discesa,
non si può arrestare.
Sono l' anima
che
a se stessa
si confessa,
il leone
che
ruggisce
nella savana,
la tana
in cui
si nasconde
il riccio;
sono il capriccio
di uno smisurato ego,
il dialogo
ad alta voce,
con me stessa
in carne ed ossa;
sono la scossa
che
mi fa rinvenire
quando
mi par di morire.

Tratta da "Di emozioni, una miscellanea"





mercoledì 25 aprile 2012

PER LE VIE DEL MONDO

Per le anguste vie
del mondo
o
lungo impervi sentieri
andrà
a sfumare
la nenia
di ieri;
nel rumore
del vento
si disperderà
l' ultima nota
di quell' antico lamento.
Non so
dove
si andrà a posare
il mio fiore appassito:
nell' illusione
del tuo cuore innamorato,
in un giardino incantato,
tra le braccia
di un amante appassionato,
in un paradiso
di cui
la chiave
possedere avrei voluto?
Di trovare
l' accesso
m' hanno impedito
le tempestose sere;
quel che posso,
immaginarmi
in un grande bosco
dove,
libertà
e
silenzio,
sono
tutto il mio spazio.


Tratta da "DI EMOZIONI, UNA MISCELLANEA"


venerdì 13 aprile 2012

A.N.N.A.

Anelavo
un eterno amore.
Non volevo
altre carezze
che
mi appagassero
il cuore.
Non chiedevo
la luna,
solo
la fortuna
di un futuro insieme.
Ancora
mi struggo
e
annego
il mio dolore
nella luce
di ogni giorno
quando
m' accorgo
che
inseguivo
solo
un sogno.

Tratta da "Di emozioni, una miscellanea".




lunedì 26 marzo 2012

UNA ROSA NEL DESERTO

Le mie lacrime
come le mie scarpe
ho consumato;
come un vaso rotto
che
acqua non può
più contenere,
sono,
fragile e vuota.
Di annullarmi
incalza
la mia voglia,
mentre
all’orizzonte,
scompare il sole.
Ma,
resta sempre nascosta
in me,
una rosa
nel deserto.

Tratta da "Come brezza sul mare".





lunedì 5 marzo 2012

VENTO DI MARZO

Vento di marzo
che, dolce
mi sferzi il viso
mentre deciso
va, il mio passo,
incontro a un nuovo sorriso,
riaccendi
nel cuore,
una primavera
che
stava per sfiorire!
Dalla mia nuova alba
allontana
la vecchia triste sera
che
mi dava
inquietudine e paura!
Cancella la cupezza
e
in questo plumbeo cielo,
riporta l’allegrezza.
Soffiami forte
dentro,chè
una nuova
radiosa vita
possa in me
magicamente rigenerare,
come una pianta
di nuovo fiorita.

Tratta da "Oltre il tempo, il sogno"



sabato 25 febbraio 2012

CHE ACCADRA'?

Che accadrà
domani?
Che sarà
di noi
in questo tempo
così strano
dove
le incertezze
sono
il pane quotidiano?
Nelle altrui mani
è
il nostro futuro
e
davanti
un muro
troppo alto,
che
nessun salto
ci consentirà
di scavalcarlo.
Mille
le avvisaglie
e,
non poche
le battaglie,
per trovare
soluzioni
a problemi
e delusioni.
Ma,
la macchina
da guerra
avanza,
senza lasciare
vivi
sulla terra.
Tra le mani
che
avevano accarezzato
un sogno,
solo
un tempo
senza ritorno.


Tratta da "Di emozioni, una miscellanea"

Muro di Gaza

giovedì 16 febbraio 2012

CELLULE IMPAZZITE
 
Senza essermi bucata
talvolta
mi par
d' essere drogata;
sensazione netta
di chi
non sa
da che parte
sta
la posizione corretta
in quella tempesta
di cellule impazzite
dove,
il battito
del cuore
accresce
a dismisura
e,
con un colpo
di spugna,
la memoria
svanisce.
Come se
un mago
in due
m' avesse segata,
cerco
la mia testa
appena decapitata
ma
non so
dove
è rotolata;
esperimento
mal riuscito
l' illusione ottica
ha mentito.
Sagoma deformata
il tronco
da una parte;
più in là,
dalla mia testa rantolante,
l' ultimo gemito
si spegne
tristemente.


Tratta da "Di emozioni, una miscellanea"

mercoledì 1 febbraio 2012

TEMPO

Tempo
che,
dall' alto
della tua eternità,
decidi
sempre
per me;
d' accordo
che,
del mondo
sei
il re,
distogli
per un attimo,
se puoi,
i tuoi occhi
dai miei,
e
lasciami vivere
la vita
che
sogno
se,
quella che
avrei voluta,
con avido sorso,
te la sei già bevuta.


Tratta da "Di emozioni, una miscellanea"





sabato 21 gennaio 2012

GIOVE

Giove,
adirato,
lancia
i suoi dardi
sulla terra
ed è
subito guerra.
Giunone
si appiglia
ad ogni futile motivo
per disseminare
zizzanie
tra i mortali
e
fomenta
la guerriglia.
Vengon giù
mali
come pioggie torrenziali
e
nasce
la faida
come condanna
a vita.
L' operazione
non è finita
fin quando,
a fine partita,
odio
e
vendetta
non prendono
la loro fetta.
Ma,
qualcuno di noi,
perfora il cielo
con grida
e
preghiere
e Giove,
dell'olimpo
il gran sovrano,
con un gesto
della mano,
fa cadere
una pioggia
d' amore.

Tratta da "Di emozioni, una miscellanea".