domenica 27 maggio 2012


MELA ACERBA

Mela acerba
lasciata
sotto la paglia
a maturare,
ben poco tempo
hai avuto
per lasciarti
assaporare.
Nel giro
di un' estate
il tuo profumo,
evaporato,
e
con aridità
la tenera tua polpa
è stata mordicchiata.
Nelle orecchie
l' ultima tua risata,
sulle labbra
il sapore
della tua pelle profumata,
nel cuore
il ricordo
di un frutto
mai mangiato.

Tratta da "Di emozioni, una miscellanea"




6 commenti:

bondearte ha detto...

tuoi versi profondi e poetici,
la mela è il simbolo dell'amore e del peccato,
tuttavia il sapore di mela è unico, ineguagliabile!
Io preferisco la mela per tutto ciò che rappresenta
per noi umani!
Complimenti per questa poesia molto bella!
Un bacio grande!

Giancarlo ha detto...

Molto bella questa tua poesia, brava! Un felice weekend a Te...ciao

Giancarlo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
lucietta1 ha detto...

Mi piace molto !Brava!

jimmy manss ha detto...

love your blog x

Søgemaskineoptimering

Giancarlo ha detto...

Buona giornata e felice settembre a te...ciao